Archivio

Archivio Marzo 2012

Nanobolle e stampa di oggetti

27 Marzo 2012 Commenti chiusi

Carnevale della Fisica di marzo: anch’io partecipo con questo post-intervista sulle ultime novità della Technische Universität di Vienna

Nanostampa veloce quanto... una formula IndyLa stampa di oggetti per somma di componenti (AMT, addictive manufacturing technology) propone svariati approcci. In buona sostanza si tratta di far aderire stabilmente particelle di materiale pulviscolare o fluido. L’adesione può essere tramite collante, per raffreddamento o a pressione. La fisica retrostante è principalmente la fluidodinamica, ma non sempre: per fare un esempio la Matrix 300 incolla fogli di carta per creare oggetti robusti (per altri materiali visitate Cloudscene cliccando sul riquadro in basso, Pearltree, su 3Dprint -> Materials), mentre Enrico Dini ci stampa le case! Tutto il settore delle stampanti 3D hobbistiche, invece, stampa sovrapponendo tra loro microscopici straterelli di materiale che in realtà sono… bolle! Bolle oblunghe, bolle irregolari, bolle filamentose, ma sempre bolle di materiale scaldate a 200° che si assommano tra di loro, s’inseguono, si sfilacciano, s’innestano, nel formare la struttura che macroscopicamente è un solido pieno.

1.967 clic in 325 ore
Prosegui la lettura…

I Big Data siamo noi!

26 Marzo 2012 Commenti chiusi

Metti in rete il tuo volto, i dati del cardiofrequenzimetro e postura+ambiente mentre giochi con il Kinect? Bene tutti questi dati personali, personalissimi, vi caratterizzano ed identificano nel tempo, tracciando le vostre caratteristiche e debolezze.
Si fa un gran parlare dei Big Data, una massa di informazioni di vario genere, per la maggior parte non omogenee, dalle quali attingere (in libertà o meno) per creare nuove informazioni. Un semplice iPhone vale quanto tutta Lie to Me, la serie Tv impostata sulle microespressioni di Paul Ekman? Ebbene, signori e signori, i big data siamo noi!

Leggete questo mio articolo pubblicato su Antifurto e Security: I Big Data siamo noi.

Leggi anche Crimini in 3D.

Al momento di postare questo articolo il contatore del blog segnava 124.607 visite

Violino stampato

12 Marzo 2012 Commenti chiusi

Come suona un violino in plastica? Pare bene. L’idea può sembrare balzana se si pensa alla tradizionale costruzione di un liuto, ma la tecnologia avanza ed oggi si può stampare in 3D un violino in pezzo unico. E’ questa l’esperienza d’ascolto fornita dallo Stradivari stampato in pic da Vito Chinellato e suonato da Sebastiano Frattini (foto a destra) ad un evento romano (qui la mia cronaca).

2.318 clic in 330 ore
Prosegui la lettura…